• Dott.ssa Scaccia Filippa

Cromopuntura

La Medicina Fisiologica di Regolazione

La Medicina Fisiologica di Regolazione prende le mosse da

un’idea rivoluzionaria in campo medico: riportare alle condizioni

fisiologiche di partenza un organismo ammalato attraverso l’utilizzo

delle stesse molecole biologiche presenti normalmente nell’organismo

e che, in condizioni di salute, ne controllano e guidano le funzioni.

Si tratta, appunto, di molecole molto conosciute e studiate

dalla Biologia Molecolare, che le definisce, non a caso, messenger

molecules, cioè sostanze in grado di portare alla diverse

cellule dell’organismo le“giuste istruzioni” per il

loro corretto funzionamento.

 

Sono i neuropeptidi (messaggeri del Sistema Nervoso),

gli ormoni (messaggeri del SistemaEndocrino),

le citochine (messaggeri del Sistema Immunitario).

A queste si affiancano i fattori di crescita, fondamentali molecole

di regolazione e stimolo tissutale.

 

 

È riconosciuto a queste sostanze un ruolo decisivo nel determinismo

dello stato di salute o di malattia ed è oggi acclarato che ogni

patologia sia l’espressione di mutate concentrazioni, in eccesso o in

difetto, di queste sostanze; tutta la ricerca mondiale in campo medico

sta indirizzandosi verso lo studio delle messenger molecules, da cui

dipende il destino in senso positivo (guarigione) o negativo (malattia)

di molte condizioni patologiche, e sulla possibilità del loro utilizzo a

scopo terapeutico.

Ogni malattia è l’espressione, la conseguenza, di mutate

concentrazioni di messenger molecules.

Poter correggere, per esempio, le alterazioni del Sistema

Immunitario con l’uso delle citochine o le patologie endocrine con

l’uso degli ormoni rappresenta uno dei campi di ricerca più affascinanti

e innovativi della Biologia Molecolare applicata alla Medicina, ma

l’applicazione clinica di queste conoscenze si è da sempre arenata

contro lo scoglio degli effetti collaterali che queste sostanze mostrano

quando impiegate ad alti dosaggi, quelli normalmente utilizzati.

Grazie alla tecnica farmaceutica utilizzata nei Laboratori

Guna, denominata SKA (Sequential Kinetic Activation-Attivazione

Cinetica Sequenziale) scoperta, codificata e standardizzata nei

Laboratori Guna, è oggi possibile utilizzare BASSI DOSAGGI DI

ORMONI, NEURO-PEPTIDI, CITOCHINE E FATTORI DI CRESCITA

con analoghi risultati terapeutici degli alti dosaggi ma senza alcun

effetto collaterale.

 

Il Metodo SKA di Guna inaugura una nuova

era nelle possibilità di utilizzo clinico delle messenger

molecules e il “sogno scientifico” di poter utilizzare

molecole biologiche come le citochine o gli ormoni o i neuropeptidi

a bassi dosaggi (gli unici possibili per non avere effetti collaterali)

diventa oggi possibile grazie alla particolare procedura farmaceutica

utilizzata nella produzione di queste molecole.

Una nuova frontiera nel campo dell’industria farmaceutica e della

Biologia Molecolare sta probabilmente nascendo e i ricercatori italiani

e l’industria italiana sono all’avanguardia in questo settore.

FILIPPA DOTT.SSA SCACCIA GASTROENTEROLOGA | 87/F, Via T. Natale - 90147 Palermo (PA) - Italia | P.I. 05211220826 | Cell. +39 328 8149430 | filippascaccia@alice.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy